Pathway

Home Forum Mercatino Convenzioni Distribution Tech Vediamoci”Chiaro”

Le nostre X-Trail

Login

Auguri a:


Prossimi:

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: Vediamoci”Chiaro”

Vediamoci”Chiaro” 4 Anni 2 Settimane fa #24423

In questi ultimi anni si è molto diffuso nel campo automobilistico, ed in particolare per i sistemi di illuminazione, l’utilizzo di lampade che garantiscono una migliore resa rispetto alle lampade alogene ad incandescenza, trovando in commercio una assortita varietà di lampade che garantiscono elevate prestazioni.
Quanto detto purtroppo non sempre risponde a verità. In molte confezioni di lampade ritroviamo riportata la dicitura Xenon, che ci fa pensare che quel tipo di lampada è in grado di garantire prestazioni superiori, ma in effetti si tratta solo di una lampada alogena, che magari è in grado di fornire una luce più bianca attraverso la colorazione blu del bulbo, che filtra la normale luce prodotta dando la sensazione di avere una maggiore luminosità che realmente è solo apparente.

Queste non sono lampade allo Xenon ma lampade alogene che fanno luce bianca
L’unica e vera categoria di prodotti in grado di garantire un elevato rendimento in termini di luminosità, risparmio energetico e durata, sono ormai i famosi Kit Xenon (H.I.D = High Intensy Discharge) destinati all’upgrade dei sistemi di illuminazione.

Queste sono vere lampade allo Xenon
Nelle vere lampade allo Xeno non esiste il classico filamento delle lampade tradizionali ad incandescenza. Esse sono costituite da due elettrodi immersi in un'atmosfera di gas (Xeno) ad alta pressione, il tutto racchiuso all'interno di un' ampolla di vetro. 
Per il funzionamento di tale lampada, è necessario creare la condizione per ionizzare il gas in essa contenuto (Plasma). Tale condizione avrà origine generando una scarica ad alta tensione, che produrrà l'arco voltaico generato tra gli elettrodi.
Infatti la tensione elettrica presente ai capi degli elettrodi avrà la capacità di superare la rigidità dielettrica (limite in cui il gas perde la sua proprietà di isolamento comportandosi da conduttore, permettendo il passaggio di corrente elettrica) del gas contenuto nell'ampolla innescando cosi tale scarica e dando origine ad una luce molto intensa e bianca con temperatura di colore simile a quella solare. 

Per creare tale condizione è necessario trasformare la corrente continua a 12 volt in corrente alternata, ed a sua volta elevata ad una tensione compresa tra i 20000/24000 Volt, per poter innescare l'arco voltaico. 

Oltre al trasformatore-elevatore denominato “Ballast” (centralina di potenza) nella quale è contenuto anche un modulo per il controllo di eventuali sbalzi di tensione. Infatti questi dispositivi (lampade e centraline) sono molto sensibili agli sbalzi di tensione e per il loro corretto e duraturo funzionamento è importantissimo avere tensioni stabili. Sulle automobili o sulle moto questo è molto difficile, la tensione varia da 11,5 a 14,5 volt.
Per questo motivo i componenti contenuti nel “Ballast” fanno la differenza. 

Questa tecnologia, a confronto con le tradizionali lampade alogene, si distingue per una serie di vantaggi, tra cui:
Una migliore resa luminosa che ne riduce i rischi di scarsa illuminazione. Infatti la quantità di flusso luminoso prodotto varia da circa 2800-3200 lumen, rispetto al valore di flusso prodotto da una lampada alogena che si aggira a circa 900-950 lumen.
 Data questa caratteristica, si ottiene una maggiore profondità di illuminazione che ne migliora la visibilità, e grazie alla temperatura del colore che è simile alla luce solare, rende maggiormente visibili eventuali ostacoli, in quanto ne migliora la percezione.
Il ciclo di vita della lampada è nettamente superiore. Infatti il numero di ore di lavoro è stimato oltre le 2000 ore, contro le circa 300 di una lampada alogena, quindi più o meno la sua vita e circa 7-8 volte superiore.
Altro vantaggio è il risparmio energetico di circa il 40% che questa lampada ci offre. Infatti se paragoniamo la potenza assorbita dalla lampada alogena per produrre un flusso luminoso di 900-950 lumen che è di 55-60 watt, coi 35watt utilizzati dalla lampada allo xeno per produrre un flusso di 3000- 3200 lumen è evidente che ciò comporta un vantaggio dal punto di vista degli assorbimenti di corrente cui è sottoposto l’ impianto elettrico, con una minore sollecitazione dei componenti quali la batteria ed il circuito di ricarica.

Tabella colori (gradi kelvin) vere lampade Xenon
Tutte le immagini riportate sono indicative per spiegare le cose in modo più chiaro e non sono vincolanti.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Le immagini di questo Forum sono invisibili ai visitatori. Prego accedi o registrati per visualizzarli.


Le immagini di questo Forum sono invisibili ai visitatori. Prego accedi o registrati per visualizzarli.


Le immagini di questo Forum sono invisibili ai visitatori. Prego accedi o registrati per visualizzarli.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Vediamoci”Chiaro” 4 Anni 2 Settimane fa #24463

  • SkyW@lker
  • SkyW@lker di Avatar
  • Offline
  • Senior
  • Messaggi: 85
  • Ringraziamenti ricevuti 3
  • Karma: 0
Attenzione però, mi capita spesso di andare a trovare un amico elettrauto e non avete idea di quanti impianti deve rifare perché qualche furbo monta kit Xenon (solitamente cinesate) che letteralmente fondono l'impianto elettrico.
Toyota 4Runner 2.4 TD LN130
Nissan X-Trail 2000 16V T30
Honda Dominator NX650

Associazione Donatori Midollo Osseo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Vediamoci”Chiaro” 4 Anni 2 Settimane fa #24474

Perfettamente d'accordo, i prodotti con scarsa qualità, ma con prezzo a volte molto conveniente, possono creare problemi visibili ( la bruciatura di un filo, la fusione dei connettore del faro) oppure problemi che non si collegano a fari xeno come
il motorino tergi che si brucia misteriosamente,centraline che vanno inspiegabilmente in tilt e cc. ecc..
Sicuramente si devono evitare prodotti di dubbia provenienza.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Vediamoci”Chiaro” 4 Anni 2 Settimane fa #24476

  • SkyW@lker
  • SkyW@lker di Avatar
  • Offline
  • Senior
  • Messaggi: 85
  • Ringraziamenti ricevuti 3
  • Karma: 0
Aggiungerei anche di evitare il fai da te e rivolgersi a professionisti del mestiere. Non è come cambiarsi una lampadina.
Toyota 4Runner 2.4 TD LN130
Nissan X-Trail 2000 16V T30
Honda Dominator NX650

Associazione Donatori Midollo Osseo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Vediamoci”Chiaro” 4 Anni 2 Settimane fa #24482

SkyW@lker ha scritto:
Aggiungerei anche di evitare il fai da te e rivolgersi a professionisti del mestiere. Non è come cambiarsi una lampadina.

Io sicuramente non sono la persona più adatta per dare un giudizio in tal merito, il mio metro di paragone della difficoltà di montaggio è diverso.
Concordo che il fai da tè senza un minimo di conoscenza delle automobili e dell'impianto elettrico può diventare dannoso ed in alcuni casi anche pericoloso.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.137 secondi